Dettagli News
News del 30/12/2020

Approvazione bando di selezione interna per la "progressione verticale del personale dipendente per n. 2 posti di "istruttore amministrativo" categoria C - posizione economica C1 settore affari generali e del personale - servizi segreteria e anagrafe-stato civile.

Il Responsabile del Settore Affari Generali e del Personale
Visto il regolamento per le progressioni verticali ai sensi dell’art. 22, comma 5 del D.lgs. n. 75/2017 approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 53 del 01/10/2019, successivamente modificato e integrato con deliberazione della G.C. n. 66 del 25 novembre 2019;
Visto il Regolamento comunale sull’ordinamento generale degli uffici e dei servizi, approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 2 dell’11/01/2013;
Vista la Delibera di Giunta Comunale n. 18 del 06/03/2020 di approvazione “Aggiornamento Piano del fabbisogno triennale 2020/2022 – Annualità 2020”;
Vista la Delibera di Giunta Comunale n. 91 del 29.12.2020 di indizione della selezione di cui in oggetto;
Visto il D.A. 11 giugno 2002 con cui sono stati approvati i criteri per la valutazione dei titoli nei concorsi interni e nei concorsi pubblici per l’accesso alle qualifiche dirigenziali ai sensi dell’art. 5 della legge regionale n. 12/1991 ed art. 8 della legge regionale n. 38/1994;
RENDE NOTO
che è indetta una selezione interna, per titoli, prova teorico pratica e colloquio, finalizzata alla progressione verticale, riservata al personale dipendente a tempo indeterminato del Comune di Marianopoli, per la copertura di n. 2 posti nel profilo professionale Istruttore Amministrativo Cat. C - Posizione Economica Iniziale Cl - Settore Affari Generali e del Personale - servizi segreteria e anagrafe / stato civile.
La presente selezione interna è disciplinata dal presente avviso e dalle norme previste dal Regolamento comunale degli uffici e dei servizi al Titolo IV, nonché dal regolamento per le progressioni verticali, approvato con delibera di G.C. n. 53 del 01/10/2019 successivamente modificato e integrato con deliberazione della G.C. n. 66 del 25 novembre 2019.